chiudi

Ufficio Reclami di Più Mutui Casa


Il Cliente può presentare reclamo in relazione al contratto di mediazione creditizia sottoscritto con Più Mutui Casa Spa mediante comunicazione a mezzo lettera raccomandata da inviare a Più Mutui Casa Spa, via Carolina Romani 2, 20091, Bresso (Mi) o mediante e-mail all'indirizzo ufficioreclami@piumutuicasa.it o mediante pec all'indirizzo piumutuicasa@pec.it indicando:
  • nominativo/denominazione del Cliente;
  • recapiti telefonici/mail del Cliente;
  • data della sottoscrizione del contratto di mediazione;
  • motivazione del reclamo;
  • richiesta nei confronti di Più Mutui Casa Spa
Si precisa che l'ABF (l'Arbitro Bancario Finanziario) non è competente per la risoluzione delle controversie eventualmente sorte con Più Mutui Casa Spa. Tale organismo infatti è competente per i ricorsi che il Cliente volesse presentare nei confronti degli Intermediari eroganti (Banche e Intermediari finanziari iscritti nell'albo di cui all'art. 106 TUB). Per tale ragione, a beneficio del Cliente, Più Mutui Casa Spa mette a disposizione del cliente, nella sezione Trasparenza, la Guida "ABF in parole semplici" predisposta da Banca d'Italia.

I dati personali saranno trattati come da Informativa Privacy disponibile qui

DOWNLOAD
• Rendiconto 2019 sull'attività di gestione reclami
• Rendiconto 2020 sull'attività di gestione reclami


Più Mutui Casa S.p.A.
Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi n°M65
Iscrizione RUI E000252674 - P.IVA 03287960961

Blog

Più Mutui Casa

Intervista al direttore Massimo Mascolino




Pubblicato il 13-03-2021

Preparato e determinato, in puro stile Più Mutui Casa, Massimo Mascolino incarna le virtù aziendali e le diffonde all’interno della rete, comunicando con grande spinta.

Nato e cresciuto nel centro di Napoli, terminati gli studi ha scelto Bologna come città in cui crescere: «Mi sono diplomato in ragioneria a Napoli e subito dopo ho raggiunto mio padre e mio fratello che a Bologna avevano la loro attività. Per non gravare sulla famiglia mi sono rimboccato le maniche e ho trovato un impiego come barman: ero piuttosto bravo e, grazie alle mie capacità comunicative, ho costruito contatti importanti. In breve tempo ho fatto di questo mestiere una vera e propria professione: sono diventato ambassador per Fratelli Gancia – grossa azienda vinicola – e ho a girato l’Italia intera per locali. Ma non mi bastava, così ho aperto il mio primo bar a cui sono seguite attività di ristorazione e intrattenimento serale. Tutto andava a gonfie vele, quando è arrivata la crisi economica che, dal 2008 al 2011, ha avuto devastanti ripercussioni sul settore».

In tempi di magra bisogna saper cambiar pelle, e Mascolino lo ha fatto senza esitare: «Nel 2014 ho conosciuto Massimiliano Arixi di Tempocasa – oggi project manager junior del Gruppo – che mi ha a sua volta presentato Loris Giuliani (che, ancora non sapevo, da lì a qualche tempo sarebbe diventato il mio direttore in PMC). Loris mi ha dato la spinta per lasciare quel mondo legato alla comunicazione e ai locali e (ri)cominciare con una carriera nel mondo dell’intermediazione. Così, nel 2015, ho conseguito l’abilitazione e ho svoltato. A farmi cambiare passo è stata anche la nascita di mia figlia e il conseguente carico di responsabilità che questo ha comportato».

La rivoluzione è stata totale: «Il nuovo lavoro ha rivoluzionato il mio stile di vita, non senza qualche difficoltà di partenza. Quando però ho iniziato a mettermi in gioco per davvero non ho avuto più dubbi e ho iniziato a ottenere grandi risultati. Mi ritrovavo spesso sul palco, premiato a livello nazionale, e più passava il tempo, più sentivo avere fatto la scelta giusta. Presa piena consapevolezza del mio ruolo, ho cominciato a selezionare collaboratori – sempre su Bologna – creandomi una squadra tutta mia in cui potessi rivestire i panni di tutor. Un passo dietro l’altro, grazie anche al costante supporto di Giuliani, nel 2020 ho aperto il mio primo financial point (Bologna-Levante) e sono entrato a pieno titolo tra le fila dei direttori PMC». 

Per Mascolino i traguardi sono importanti, ma gli obiettivi lo sono ancora di più: «Voglio arrivare ad aprire diversi uffici che da Bologna arrivino fino alla Romagna: è questo l’asse su cui voglio sviluppare il mio percorso manageriale».
Professionalmente il ruolo di direttore gli ha cambiato la vita: «Nel momento in cui si diventa direttori, soprattutto il primo anno, si sviluppa una forza che non si pensa di avere. A maggior ragione se questo succede nel periodo del Covid-19. Era il mio grande obiettivo, per il quale ho studiato (e sudato) tanto, e ce l’ho fatta».

Sebbene provenisse da tutt’altro ambiente, il settore della mediazione creditizia lo ha conquistato: «Questo è un mondo con tante sfumature, che richiedono grande preparazione per essere colte. Inizialmente non conoscevo la professione, per cui basavo la mia consulenza sulla fiducia, sull’arrivare dritto al cliente. Solo in seguito ho acquisito esperienza e ho compreso quanto bisogna studiare e aggiornarsi per poter svolgere questo mestiere al meglio».




Autore:
Redazione Più Mutui Casa
Società di Mediazione Creditizia