chiudi

Ufficio Reclami di Più Mutui Casa


Il Cliente può presentare reclamo in relazione al contratto di mediazione creditizia sottoscritto con Più Mutui Casa Spa mediante comunicazione a mezzo lettera raccomandata da inviare a Più Mutui Casa Spa, via Carolina Romani 2, 20091, Bresso (Mi) o mediante e-mail all'indirizzo ufficioreclami@piumutuicasa.it o mediante pec all'indirizzo piumutuicasa@pec.it indicando:
  • nominativo/denominazione del Cliente;
  • recapiti telefonici/mail del Cliente;
  • data della sottoscrizione del contratto di mediazione;
  • motivazione del reclamo;
  • richiesta nei confronti di Più Mutui Casa Spa
Si precisa che l'ABF (l'Arbitro Bancario Finanziario) non è competente per la risoluzione delle controversie eventualmente sorte con Più Mutui Casa Spa. Tale organismo infatti è competente per i ricorsi che il Cliente volesse presentare nei confronti degli Intermediari eroganti (Banche e Intermediari finanziari iscritti nell'albo di cui all'art. 106 TUB). Per tale ragione, a beneficio del Cliente, Più Mutui Casa Spa mette a disposizione del cliente, nella sezione Trasparenza, la Guida "ABF in parole semplici" predisposta da Banca d'Italia.

I dati personali saranno trattati come da Informativa Privacy disponibile qui

DOWNLOAD
• Rendiconto 2019 sull'attività di gestione reclami
• Rendiconto 2020 sull'attività di gestione reclami


Più Mutui Casa S.p.A.
Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi n°M65
Iscrizione RUI E000252674 - P.IVA 03287960961

Blog

Più Mutui Casa

Mutuo: quali documenti servono per richiederlo? 




Pubblicato il 29-04-2021

Hai finalmente trovato la casa dei tuoi sogni, ma ora devi preparare la documentazione necessaria da presentare alla banca per richiedere il mutuo e non sai che fare. Beh, niente panico: ci pensiamo noi di Più Mutui Casa a stilare una mini-guida di ciò che serve per avere tutto sotto controllo in un momento importante come questo. Sei pronto a prendere appunti e sapere quali documenti servono per bussare alla porta dell’istituto di credito a cui ha deciso di affidarti? Bene, allora partiamo.

Prima di tutto è necessaria la documentazione anagrafica. Ti serviranno quindi carta di identità, codice fiscale, certificato contestuale e quello di nascita da richiedere in Comune. Se sei un cittadino extracomunitario, a questi dovrai aggiungere anche il permesso di soggiorno.

A questo punto dovrai raccogliere i documenti che attestano la tua situazione reddituale. In questo caso esistono delle differenze da prendere in considerazione tra lavoratori autonomi o dipendenti. Se appartieni alla categoria dei lavoratori autonomi o dei liberi professionisti, dovrai recuperare e mettere a disposizione i tuoi ultimi due Modelli unici, l’estratto della C.C.I.A. (Camera di commercio industria e artigianato) oppure – se sei libero professionista – l’attestato di iscrizione all’albo di appartenenza. Se invece appartieni alla categoria di lavoratori dipendenti, ti saranno richiesti le ultime due buste paga, l’ultimo modello Cud e il tuo ultimo estratto conto.

Da ultimo, dovrai preparare la documentazione relativa all’immobile che vorresti acquistare. In questo caso sono necessari la copia del contratto preliminare di vendita (cioè il compromesso o la proposta di acquisto), l'atto di provenienza comprovato (alias il precedente rogito), la planimetria catastale ovvero il disegno tecnico dell’unità immobiliare registrata al Catasto e, infine, la concessione edilizia (ma solo nel caso si tratti di una nuova costruzione).

 

Ti è rimasto qualche dubbio o hai altre domande? Rivolgiti a noi di Più Mutui Casa: siamo sempre a tua disposizione!





Autore:
Redazione Più Mutui Casa
Società di Mediazione Creditizia