chiudi

Ufficio Reclami di Più Mutui Casa


Il Cliente può presentare reclamo in relazione al contratto di mediazione creditizia sottoscritto con Più Mutui Casa Spa mediante comunicazione a mezzo lettera raccomandata da inviare a Più Mutui Casa Spa, via Carolina Romani 2, 20091, Bresso (Mi) o mediante e-mail all'indirizzo ufficioreclami@piumutuicasa.it o mediante pec all'indirizzo piumutuicasa@pec.it indicando:
  • nominativo/denominazione del Cliente;
  • recapiti telefonici/mail del Cliente;
  • data della sottoscrizione del contratto di mediazione;
  • motivazione del reclamo;
  • richiesta nei confronti di Più Mutui Casa Spa
Si precisa che l'ABF (l'Arbitro Bancario Finanziario) non è competente per la risoluzione delle controversie eventualmente sorte con Più Mutui Casa Spa. Tale organismo infatti è competente per i ricorsi che il Cliente volesse presentare nei confronti degli Intermediari eroganti (Banche e Intermediari finanziari iscritti nell'albo di cui all'art. 106 TUB). Per tale ragione, a beneficio del Cliente, Più Mutui Casa Spa mette a disposizione del cliente, nella sezione Trasparenza, la Guida "ABF in parole semplici" predisposta da Banca d'Italia.

I dati personali saranno trattati come da Informativa Privacy disponibile qui

DOWNLOAD
• Rendiconto 2019 sull'attività di gestione reclami
• Rendiconto 2020 sull'attività di gestione reclami
• Rendiconto 2021 sull'attività di gestione reclami


Più Mutui Casa S.p.A.
Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi n°M65
Iscrizione RUI E000252674 - P.IVA 03287960961

Blog

Più Mutui Casa

Mutui: tornano i tassi variabili




Pubblicato il 15-06-2022

Da gennaio 2022 stiamo assistendo a un’impennata dei tassi sul mutuo casa. Comprare un immobile, da inizio anno, è diventato più dispendioso, considerando l’aumento significativo del valore medio delle case e dei mutui, in particolare quelli a tasso fisso. A delineare la situazione che sta emergendo è Andrea Molteni, direttore Più Mutui Casa dell’anno, che ci parla del ritorno in auge dei tassi variabili.
«Tutti i mutui erogati negli ultimi quattro anni sono stati a tasso fisso. Si parlava solo di questa tipologia e non si valutava nessun’altra categoria di prodotto. Le banche, dal canto loro, si erano adeguate a questa tendenza, pubblicizzando soprattutto soluzioni a tasso fisso che, del resto, sono le uniche in grado di dare certezze lunghe trent’anni. Gli istituti di credito, dunque, si sono trovati in competizione, sfidandosi tra loro a chi applicava la percentuale più bassa.
Con l’aumento dei parametri del tasso fisso di almeno un 1.5% circa, in atto oramai da sei mesi, i clienti avrebbero dovuto ridurre il budget da destinare all’acquisto di una casa o rivolgere la ricerca dell’immobile perfetto in località più a basso costo. Si tratta, infatti, di sostenere una spesa più alta di circa 100/200 euro al mese rispetto al semestre scorso, ma non tutti sono disposti a farlo. Questo ha portato a valutare prodotti diversi, che fossero una via di mezzo tra il tasso fisso e quello variabile puro. Le banche, ancora una volta, si sono trovate a dover fare fronte a un cambio di rotta, adeguandosi ai bisogni emergenti del mercato. Bisogni che, a oggi, sono orientati verso prodotti “misti” e “composti”. Si tratta di soluzioni che partono da un tasso variabile riconvertibile in fisso e viceversa, con la possibilità di fare il passaggio dopo tre, cinque o dieci anni. Inoltre, sono tornati in auge anche i mutui con rate a tasso variabile che, in caso di aumento, non possono superare una determinata soglia contrattualizzata in fase di stipula. Infine, la cosiddetta “rata protetta” o “rata costante”, che rientra nella famiglia dei tassi variabili ma ha una rata fissa: le oscillazioni di mercato del variabile, in questo caso, non incideranno sulla rata stessa, ma sulla durata del mutuo. I “misti”, oggi, hanno rate di partenza molto più basse rispetto ai tassi fissi ed è per questo che, al momento, sono le soluzioni che vanno per la maggiore tra gli aspiranti mutuatari che non vogliono spendere troppo mensilmente e che non rinunciano ad acquistare un immobile al valore di oggi».
Per orientarti meglio contatta un consulente Più Mutui Casa!




Autore:
Redazione Più Mutui Casa
Società di Mediazione Creditizia


Modifica scelte cookie
Impostazioni attive:
· Cookie Necessari, Tecnici di sessione e analitici di terza parte con IP anonimizzato:
· Cookie di profilazione di terze parti:
Impostazioni attive:

· Cookie Necessari, Tecnici di sessione e analitici di terza parte con IP anonimizzato:
· Cookie di profilazione di terze parti:
Utilizzo dei cookie

Questo sito utilizza cookie di profilazione, di terze parti, per inviarti messaggi pubblicitari mirati e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Il consenso può essere espresso cliccando "Accetta tutti i cookies” o selezionando le singole categorie di cookies nell’area “Opzioni scelta”. Cliccando su “Solo cookie tecnici” o sulla “X” in alto a destra, potrai navigare con i soli cookie tecnici necessari al funzionamento del sito. Questo sito utilizza cookie tecnici per consentirti una migliore navigazione. Se vuoi saperne di più clicca qui.
Cookie Necessari, Tecnici di sessione e analitici di terza parte con IP anonimizzato
Cookie policy - v. 08.02.2022 Il codice ID del tuo consenso è:
Solo Cookie Tecnici
Accetta tutti i cookies
 
Annulla modifiche
Conferma modifiche
Accetta selezionati
Chiudi opzioni scelta
Opzioni scelta