chiudi

Ufficio Reclami di Più Mutui Casa


Il Cliente può presentare reclamo in relazione al contratto di mediazione creditizia sottoscritto con Più Mutui Casa Spa mediante comunicazione a mezzo lettera raccomandata da inviare a Più Mutui Casa Spa, via Carolina Romani 2, 20091, Bresso (Mi) o mediante e-mail all'indirizzo ufficioreclami@piumutuicasa.it o mediante pec all'indirizzo piumutuicasa@pec.it indicando:
  • nominativo/denominazione del Cliente;
  • recapiti telefonici/mail del Cliente;
  • data della sottoscrizione del contratto di mediazione;
  • motivazione del reclamo;
  • richiesta nei confronti di Più Mutui Casa Spa
Si precisa che l'ABF (l'Arbitro Bancario Finanziario) non è competente per la risoluzione delle controversie eventualmente sorte con Più Mutui Casa Spa. Tale organismo infatti è competente per i ricorsi che il Cliente volesse presentare nei confronti degli Intermediari eroganti (Banche e Intermediari finanziari iscritti nell'albo di cui all'art. 106 TUB). Per tale ragione, a beneficio del Cliente, Più Mutui Casa Spa mette a disposizione del cliente, nella sezione Trasparenza, la Guida "ABF in parole semplici" predisposta da Banca d'Italia.

I dati personali saranno trattati come da Informativa Privacy disponibile qui

DOWNLOAD
• Rendiconto 2019 sull'attività di gestione reclami
• Rendiconto 2020 sull'attività di gestione reclami


Più Mutui Casa S.p.A.
Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi n°M65
Iscrizione RUI E000252674 - P.IVA 03287960961

Blog

Più Mutui Casa

Mercato finanziario: cosa dobbiamo aspettarci dal futuro prossimo?




Pubblicato il 15-07-2020

Le aspettative iniziali per questo 2020 erano molto alte. Doveva essere l’anno del grande riscatto, soprattutto per il nostro Paese che sembrava aver trovato la marcia giusta per crescere. L’emergenza sanitaria – e il conseguente blocco del mercato – hanno però prontamente cambiato tutte le carte in tavola. E nei primi sei mesi di questo anno, così particolare, abbiamo dovuto fare i conti con una crisi simile a quella dei primi anni duemila, con gli indici azionari che sono arrivati a toccare quota -30%. Conseguenze negative non sono mancate anche sul fronte immobiliare, che negli ultimi anni era tornato a crescere e si era portato ai livelli precedenti la crisi finanziaria del 2008.

La domanda che sorge spontanea, oggi, quindi è: che futuro ci aspetta? Va detto che, stando ai comunicati delle Banche Centrali, i mercati continueranno a versare in una situazione difficile per ancora qualche tempo, visto il clima generale d’incertezza e la possibilità – per nulla remota – di dover affrontare un nuovo blocco nei prossimi mesi. Ma qualche piccolo/grande segnale positivo si registra su ogni settore.

Il mercato dei mutui, ad esempio, sta conoscendo una nuova fase di crescita. Se nel secondo trimestre la cautela delle famiglie italiane aveva quasi immobilizzato il comparto, ora si sta risollevando complice anche il crescente desiderio di soluzioni abitative con spazi più generosi e dotati di ogni comfort (tra tutti, il giardino).

E, dopo poco più di due mesi dall’inizio della “Fase 3”, alcuni rami hanno registrato grandi impennate, come quello delle surroghe, che ha segnato un aumento del 46,3%. Questo perché? Grazie ai tassi di interesse che continuano ad essere a livelli minimi e alle politiche vantaggiose messe in campo dai principali istituti di credito. Che, di fatto, garantiscono ampia scelta e la possibilità di selezionare l’offerta più conveniente in base al proprio status patrimoniale.

Affidati a un consulente Più Mutui Casa per individuare il finanziamento più giusto per te. 
Le nostre consulenze sono sempre gratuite e senza impegno.




Autore:
Redazione Più Mutui Casa
Società di Mediazione Creditizia