chiudi

Ufficio Reclami di Più Mutui Casa


Il Cliente può presentare reclamo in relazione al contratto di mediazione creditizia sottoscritto con Più Mutui Casa Spa mediante comunicazione a mezzo lettera raccomandata da inviare a Più Mutui Casa Spa, via Carolina Romani, 2 - 20091 BRESSO (MI) o mediante e-mail all'indirizzo ufficioreclami@piumutuicasa.it indicando:
  • nominativo/denominazione del Cliente;
  • recapiti telefonici/mail del Cliente;
  • data della sottoscrizione del contratto di mediazione;
  • motivazione del reclamo;
  • richiesta nei confronti di Più Mutui Casa Spa
I dati personali saranno trattati come da Informativa Privacy disponibile qui

DOWNLOAD
• Rendiconto 2019 sull'attività di gestione reclami
• Rendiconto 2020 sull'attività di gestione reclami


Più Mutui Casa S.p.A.
Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi n°M65
Iscrizione RUI E000252674 - P.IVA 03287960961

Blog

Più Mutui Casa

Mutuo, quali sono le spese accessorie?




Pubblicato il 06-07-2021

Quando si decide di comprare casa, solitamente ci si focalizza sulla città in cui si sceglie di vivere, sulle caratteristiche dell’immobile e sul suo prezzo. Spesso, però, non si pensa che questi elementi non concorrono da soli a determinare il costo totale che si dovrà sostenere per la compravendita. Esistono infatti altri elementi, che si sottovalutano o che non sempre vengono tenuti in considerazione. Quali? Le spese collegate al mutuo – che comprendono il rimborso della quota capitale e della quota di interessi (in ordine il Tan e il Taeg) – e una serie di spese accessorie. Detto altrimenti, si tratta dei costi di cui il cliente deve obbligatoriamente farsi carico e che, nella maggior parte dei casi, cambiano da istituto di credito a istituto di credito. Più precisamente stiamo parlando delle spese di istruttoria, di quelle di perizia, delle spese notarili, quelle legate alle eventuali assicurazioni e infine l'imposta sostitutiva.

Vediamole nel dettaglio. Le spese di istruttoria sono una voce importante da tenere in considerazione e riguardano l’apertura della pratica di mutuo. L’importo può essere fisso oppure oscillare dallo 0,50% fino all'1% ed è calcolato in base all’ammontare del finanziamento richiesto. In alcuni casi, proprio perché le condizioni cambiano per ogni banca, potrebbero anche essere pari a zero.
Nella lista dei costi da sostenere ci sono quelli della perizia. Quest’ultima viene siglata da un professionista di fiducia della banca, che dopo un’attenta analisi stabilirà l’effettivo valore di mercato dell’immobile.
Accettato il finanziamento, al momento della stipula del contratto sarà poi necessario saldare la prestazione del notaio. Una prestazione che cambia in base all’atto notarile di compravendita e all’importo dell’ipoteca.
Inoltre ci sono anche le spese inerenti alla sfera assicurativa: gli istituti di credito richiedono l'acquisto di una polizza assicurativa come garanzia del finanziamento richiesto. Attualmente l’unica assicurazione obbligatoria è quella contro incendio e scoppio.

Infine, non bisogna dimenticare l'imposta sostitutiva che raggruppa l’imposta ipotecaria, di registro, di bollo e catastale. Si tratta di spese previste in caso si richieda un finanziamento. Sull'importo finanziato, quindi, viene calcolata un’aliquota dello 0,25% per l’acquisto della prima casa, mentre è del 2% se si acquista una seconda abitazione o si opta per la ristrutturazione o la costruzione.

Insomma, se stai pensando di comprare casa e vuoi evitare di ritrovarti brutte sorprese al momento del conto finale, ti consigliamo di chiedere alla tua banca il foglio informativo che riepiloga – in modo dettagliato – tutte le spese. Se invece temi di non ritrovarti tra documenti, richieste e conteggi, non ti preoccupare: affidati ai professionisti Più Mutui Casa, la società di mediazione creditizia di Gruppo Tempocasa. Sapranno aiutarti trovando la soluzione perfetta per te!



Autore:
Redazione Più Mutui Casa
Società di Mediazione Creditizia